UIL Scuola RUA: “Tre punti fermi per rinnovare il contratto provinciale” – “Gite scolastiche, molti docenti rinunciano: troppa responsabilità legale”

Il sindacato della UIL Scuola RUA pronto a sedersi al tavolo del rinnovo contrattuale senza rinunciare a tre capisaldi: “Nessun aumento dell’orario di lavoro, razionalizzazione della burocrazia e Bonus per i docenti da 500 euro”.

Nessun aumento dell’orario di lavoro, una razionalizzazione della burocrazia e il Bonus per i docenti da 500 euro. Sono questi i capisaldi con cui la UIL Scuola RUA si appresta a sedersi al tavolo per il rinnovo del contratto dei docenti. “Sono i punti che i colleghi ci chiedono con maggiore insistenza” spiega il segretario regionale Marco Pugliese. “Speriamo che la nuova legislatura possa portare una maggiore comprensione da parte della Provincia di questi tre asset assolutamente imprescindibili”.

Intanto il segretario nazionale della UIL Scuola RUA Giuseppe D’Aprile ha ribadito la correttezza nella scelta di non voler sottoscrivere il rinnovo del contratto. “Impossibile accettare un accordo che peggiora le condizioni di lavoro del personale indebolendo, al contempo, la scuola. Peccato perché questa era l’occasione per rimediare ad alcune forti storture del nostro sistema d’istruzione con tante strettoie normative che intrappolano le persone.

UIL Scuola RUA: “Gite scolastiche, molti docenti rinunciano: troppa responsabilità legale”

Articolo Orizzontescuola.it del 21/01/2024

Articolo “Alto Adige” del 20/01/2024

Vedi anche

Veröffentlichung der endgültigen Schulranglisten und Landesranglisten für das Schuljahr 2024/2025

Schulranglisten Landesranglisten